Nuova Zelanda vietato coltivare

Nuova Zelanda vietato coltivare

Una nuovo disegno di legge in Nuova Zelanda vieta la produzione di cibo. La nuova legge renderà un privilegio e non un diritto di produrre cibo. Ci sono due aspetti di questo disegno di legge allarmanti. Il primo è la portata e l’impatto del nuovo disegno di legge e in secondo luogo che sia successo tutto così silenziosamente. C’è stata una molto scarsa copertura mediatica (che strano), in un disegno di legge che promette di mettere a repentaglio il futuro della sicurezza alimentare del paese. Ho letto che il disegno di legge è stato portato in causa del WTO, che naturalmente ha la FDA (Stati Uniti) alle spalle e, naturalmente, che è influenzata dalle grandi imprese (Monsanto e gli altri). Sembra che questo disegno di legge sul cibo in cibo NZ spianerà la strada per ridurre le operazioni di bio-diversità delle piante e dei piccoli proprietari in Nuova Zelanda, per esempio attraverso il controllo della legittimità della conservazione del seme e la sua negoziazione / permuta / cession gratuita; tutto sarà potenzialmente illegale. Il miglior sito web per avere informazioni sul nuovo disegno di legge è http://nzfoodsecurity.org (non abbiamo nessun collegamento con questo sito) Ecco alcuni frammenti: – Si scopre che il diritto umano (di coltivare cibo e condividerlo) diventa in un privilegio autorizzato dai governi che può essere sommariamente revocato. – Si rende illegale distribuire “cibo” senza autorizzazione, e si definisce “cibo” tutto ciò che comprende le sostanze nutritive, sementi, medicine naturali, minerali essenziali e bevande (compresa l’acqua!). – Controllando i semi, il disegno di legge permette di produrre cibo lontano dal pubblico e lo mette nelle mani...